Mezzanotte e dintorni.

Si è fatta mezzanotte. Stappo lo spumante rigorosamente italiano e leggero, sono quasi astemio.

L'ultimo giorno dell'anno non è mai stato il mio forte. Neanche quando ero molto più giovane.

Non che non mi sia mai divertito, ben inteso, è solo che sono allergico alle convenzioni, alle feste comandate, agli eventi pianificati, insomma mi piacciono le situazioni che si creano per caso.

in questo anno comunque, la cosa non ha avuto molta importanza, considerato i divieti imposti dalla pandemia. Non sono andato fuori e non ho invitato nessuno, ligio ai comandamenti.

Ho trascorso la serata guardando un cartone (da adulti), poi un po’ a sistemare il workflow del sistema operativo che ancora una volta ho cambiato. Cambiare mi dà sicurezza e ho passato i giorni di vacanza in questa direzione.

Ora sono pronto. Un nuovo anno è iniziato e mi trova con gli strumenti necessari per affrontarlo.

Quello che mi manca sei tu. 

Solo con il tuo apprezzamento tangibile posso confermare la mia candidatura spontanea a tuo compagno di viaggio nel mondo dei podcast italiani.

Grazie del supporto e Buon Anno!